Seleziona una pagina

Si va verso il fallimento dell’istituto di vigilanza di Potenza dopo la fumata nera al Ministero dello Sviluppo Economico. Nessun accordo dunque tra sindacati e Cosmopol, l’azienda avellinese unica interessata all’acquisto della società potentina con 274 lavoratori. Problema principale il taglio ai salari, di circa il 30% e l’ipotesi di riassunzione ai sensi del “Job Act”. L’ultima possibilità ora è quella di chiedere un rinvio della chiusura del mandato ai commissari nel tentativo di individuare nuovi possibili acquirenti.