Seleziona una pagina

Il Tribunale del Riesame di Potenza ha respinto i ricorsi presentati dai legali di cinque dipendenti del Centro Oli dell’Eni di Viggiano, ai domiciliari dallo scorso 31 marzo. Il riesame ha quindi rigettato tutte le istanze contro le misure cautelari emesse dal gip di Potenza nell’ambito dell’inchiesta sul petrolio in Basilicata coordinata dalla Procura della Repubblica di Potenza e dalla Dna.

Sabato il Riesame aveva rigettato la richiesta di revoca degli arresti domiciliari, per Rosaria Vicino, ex sindaco di Corleto Perticara indagata per di concussione, corruzione, induzione indebita e peculato nel filone d’inchiesta della Procura di Potenza al Centro Oli Total di Corleto Perticara.

Stesso esito era stato dato dal Riesame per le richieste di revoca delle misure cautelari dell’ex vice-sindaco di Corleto Perticara e di un dirigente della Regione, nonché per la richiesta di dissequestro di alcune strutture del Cova dell’Eni.