Seleziona una pagina

Iniziato il monitoraggio dell’attività sismica della Val d’Agri grazie ad otto stazioni dotate di sensori di ultimissima generazione. Il progetto, della durata di tre anni, riguarda in particolare la sismicità indotta, ovvero legata all’attività di estrazione petrolifera. La rete è stata finanziata con fondi pubblici garantiti dal Ministero dell’Istruzione.