Seleziona una pagina

L’associazione No Triv ha pubblicato una nota in polemica con la Confederazione Italiana Agricoltura della Basilicata. Mentre quella nazionale si schiera contro le trivellazione, fanno notare i No Triv, quella lucana pensa solo all’immagine della Basilicata. Per i No Triv la Confederazione, se vuole davvero tutelare i propri prodotti, dovrebbe chiedere chiaramente alla Regione uno stop alla attività petrolifera.

Dichiarazione anche da parte dell’associazione Cova Contro che si dice indignata dalle dichiarazioni del presidente Pittella sugli effetti dell’inquinamento su alimenti prodotti in Lucania. L’associazione cita studi di Agrobios. Tra il 2006 ed il 2010 i ricercatori, ricorda Cova Contro, hanno rilevato fenomeni di inquinamento in decine di alimenti prelevati nelle aree “petrolizzate” della regione. Gli attivisti chiedono al presidente di individuare piuttosto delle aree interdette ad agricoltura e allevamento.