Seleziona una pagina

Il Tribunale del Riesame, accogliendo parzialmente il ricorso del pm, ha disposto gli arresti domiciliari per 5 persone, tra cui i titolari della centrale, e il divieto di soggiorno per altre 9. Il provvedimento resta però sospeso fino alla decisione della Cassazione. Il 25 agosto scorso, con il sequestro della centrale, il gip aveva rigettato le richieste di misure cautelari da parte della Procura di Potenza. L’inchiesta riguarda il trattamento dei rifiuti che avviene nell’impianto a biogas situato in località Bosco Tre Case. La popolazione del posto da tempo contesta la centrale a causa del cattivo odore e perché preoccupata per il possibile inquinamento della zona.