Seleziona una pagina

Il 6 ottobre prossimo si svolgerà a Potenza la prima udienza preliminare in cui sono indagate 59 persone e dieci società tra cui l’Eni. Due i filoni di inchiesta: quello sul traffico e smaltimento illecito di rifiuti pericolosi del Centro Oli Eni a Viggiano e quello sul sistema di corruzione legato alla costruzione del Centro Oli Total a Tempa Rossa. Il primo filone d’inchiesta portò al sequestro di una parte del Cova, poi dissequestrata ad agosto in seguito ad alcuni lavori di modifica dell’impianto, e alle ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari per cinque dipendenti dell’Eni. Stessa ordinanza per l’ex sindaco di Corleto Perticara, Rosaria Vicino, indagata nel secondo filone che vede imputato anche il consigliere regionale Vincenzo Robortella.