Seleziona una pagina

Con l’accusa di violenza sessuale il Tribunale collegiale di Padova ha condannato a due anni e quattro mesi di reclusione, il 34enne originario di San Mauro Forte che si spacciava per ginecologo. Con la scusa di anomalie in alcune analisi, contattava delle pazienti chiedono loro foto di parti intime per scopo diagnostico. Diverse le vittime in tutta Italia. I fatti risalgono al 2012.