Seleziona una pagina

Un uomo è stato condannato in primo grado a 16 anni di reclusione perché accusato di aver violentato prima la figlia e poi il nipote di 10 anni. Il pm ne aveva chiesti 14, ma i giudici hanno deciso di inasprire la pena. I fatti risalgano al periodo tra il 2004 e il 2012, ma già in precedenza l’uomo avrebbe molestato la figlia. La donna, che viveva con il padre, sarebbe stata violentata anche quando era in attesa del figlio ma non ha mai denunciato l’accaduto per paura di finire in mezzo in una strada. Dopo la nascita del figlio e le violenze del nonno anche su di lui all’età di 10 anni, i genitori hanno finalmente sporto denuncia.