Seleziona una pagina

Slittato l’incontro in Regione previsto per sabato prossimo, tra l’amministratore delegato della struttura sanitaria e i rappresentanti sindacali. I problemi della clinica sono vari e riguardano sia carenze strutturali che aspetti legati alla tutela dei lavoratori. Per superare i primi l’azienda ha proposto la realizzazione di in un’altra sede, in una zona periferica del capoluogo lucano. Intanto, l’amministratore della struttura annuncia che sono partire le procedure di mobilità per una 40ina di dipendenti. I sindacati, dal canto loro, denunciano che ancora una volta ci si trova difronte ad una minaccia di licenziamento collettivo di tutti i lavoratori in servizio, a causa di mancati accordi tra la clinica e la Regione Basilicata, rispetto alle questioni che riguardano tetti di spesa e posti letto.