Seleziona una pagina

“E’ sempre il prezzo basso sul mercato d’origine il problema principale” per i viticoltori di uva da tavola del Metapontino, alle prese anche con “l’invasione di uva spagnola e greca di qualità inferiore alla nostra e con prezzi concorrenziali”. Lo ha detto la Confederazione italiana agricoltori del Metapontino, ricordando “le quotazioni registrate dall’Ismea al 2 agosto scorso sui mercati del Metapontino”. La Cia ha ricordato che “la Basilicata, con oltre 177 mila quintali di uva da tavola prodotti ogni anno (l’1,4% della produzione complessiva italiana), si contende con le Marche lo scettro di terzo polo produttivo dell’uva da tavola in Italia, dopo Puglia e Sicilia”.