Seleziona una pagina

Da oggi stop al lavoro stagionale nei cantieri della forestazione nell’area programma della Val d’Agri. I sindacati, nel mese di agosto, avevano espresso soddisfazione per la stabilizzazione di 47 lavoratori del consorzio di bonifica. Ora però, per la Uil si riapre il fronte della forestazione, con lo stop agli stagionali e nessun futuro per i lavoratori precari forestali. Manca per il sindacato l’agenzia della forestazione da tempo invocata. Interviene anche l’associazione Bene Comune Viggiano che, affermando che l’Eni ha sottoscritto impegni per la così detta compensazione ambientale, sostiene che 3 milioni di euro sui 5,6 milioni stanziati dalla compagnia petrolifera non sono più disponibili e perciò va accertato se le responsabilità sono solo della Regione.