Seleziona una pagina

Ci sono anche dei dirigenti e tecnici dell’Autorità di bacino della Basilicata tra i 30 destinatari dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari, nell’ambito dell’inchiesta sull’alluvione che nel 2013 causò a Ginosa, nel tarantino, danni ingentissimi e la morte di quattro persone. Tra gli altri indagati dirigenti e tecnici della Provincia di Taranto, dei Comuni di Ginosa e Laterza, del Parco naturale Terra delle Gravine e dell’Acquedotto pugliese. Sono accusati, a vario titolo, di cooperazione colposa in inondazione, disastro colposo e omicidio colposo.