centralino 0971 469 466 | diretta 0971 449 055 • SMS 339 31 31 100 scrivi@radiotour.fm

Presidio di oltre 200 lavoratori dell’indotto Eni fuori il Centro Oli di Viggiano, per protestare contro la chiusura dell’impianto, a seguito del sequestro della magistratura di alcune strutture nell’ambito dell’inchiesta su un presunto traffico illecito di rifiuti, e dopo l’annuncio della multinazionale di avviare le procedure per la messa in cassa integrazione ordinaria per i 354 lavoratori del centro oli. Contemporaneamente si è svolta anche una assemblea tra sindacati e dipendenti Eni. La multinazionale oltre ad annunciare la cassa integrazione ha anche bloccato i contratti con i fornitori.

Share This