Seleziona una pagina

Ancora un nulla di fatto per la crisi dell’azienda del mobile imbottito cha ha annunciato circa 300 esuberi tra i siti pugliesi e lucani. La società non si è presentata all’incontro con Regione Puglia e sindacati per discutere del piano industriale. Istituzioni e organizzazioni dei lavoratori chiedono di prorogare la cassa integrazione per un altro anno mentre la Natuzzi non sarebbe disposta a ritirare i licenziamenti.