Seleziona una pagina

Dopo l’ultimo vertice in Regione, è rottura tra sindacati e Cosmopol, l’azienda avellinese unica interessata all’acquisto della società di vigilanza di Potenza. In ballo ci sono 274 posti di lavoro. Oggi l’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico per firmare il mancato accordo. Problema principale il taglio ai salari, di circa il 30% e l’ipotesi di riassunzione ai sensi del “Job Act”. L’azienda avrebbe aperto all’ipotesi di derogare alle nuove leggi in fatto di licenziamenti in cambio però di stipendi ridotti.