Seleziona una pagina

Oggi ultimo atto al Ministero dello Sviluppo Economico con il confronto finale tra i sindacati e la Cosmopol. Nessun margine per un accordo. Ieri nuovo “no” dei dipendenti della società di vigilanza potentina che, nell’assemblea dei lavoratori riunita in Regione, ha bocciato l’ultima proposta arrivata dall’aspirante acquirente. Poche le aperture da parte della Cosmopol, intenzionata a riassumere i dipendenti ai sensi del “Jobs act” ed ad azzerare così gli scatti di anzianità. Insufficienti per i lavoratori le concessioni limitate ai licenziamenti disciplinari e troppo scarse sugli stipendi.