Seleziona una pagina

Incontro oggi in Consiglio regionale dopo l’ennesimo rinvio al tavolo convocato presso il Ministero dello Sviluppo Economico, sulla vicenda dell’istituto di vigilanza potentino. Sembrava potesse essere la volta buona quella dell’ultimo incontro ma le parti sono ancora distanti. Da un lato le rappresentanze sindacali Cgil, Cisl e Uil e dall’altra la Cosmopol, azienda campana unica a manifestare interesse con l’offerta di acquisto per 800 mila euro ed un piano di riorganizzazione interna per i 274 dipendenti. Da mediatore la Regione Basilicata. Gli intoppi riguardano sempre le condizioni contrattuali. Giovedì prossimo nuova convocazione al Mise.