Seleziona una pagina

Il corpo recuperato dai Vigili del Fuoco nelle acque antistanti l’isola di Sacca Fisola a Venezia è di un 42enne originario di Genzano di Lucania che lavorava come barista in un locale del posto. Ad identificarlo la Polizia che ha ritrovato i documenti dell’uomo nei vestiti. Da un primo esame esterno, il 42enne sarebbe deceduto per annegamento anche se sul corpo erano presenti ferite causate probabilmente dall’elica di un’imbarcazione. Sarà l’autopsia a stabilire le esatte cause del decesso. A notare la presenza in acqua del cadavere un passante che ha avvisato le forze dell’ordine.