centralino 0971 469 466 | diretta 0971 449 055 • SMS 339 31 31 100 scrivi@radiotour.fm

L’inchiesta del petrolio ha portato inevitabilmente ricadute sull’agricoltura della Val d’Agri. La Confederazione Italiana Agricoltori lancia l’allarme e dice che va difesa l’immagine dei prodotti agro alimentari d’eccellenza della zona. La filiera del comprensorio conta diversi prodotti “igp” e “dop” che in questo periodo delicato meritano particolare tutela. Per questo la Cia chiede che siano rafforzati monitoraggi e controlli sul fronte ambientale e su quello della salute, sia in relazione all’attività estrattiva che per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti.

Share This