centralino 0971 469 466 | diretta 0971 449 055 • SMS 339 31 31 100 scrivi@radiotour.fm

In una nota di Legambiente, a seguito del fallimento del referendum del 17 aprile, causato dal mancato raggiungimento del quorum, si legge che “la proroga senza limiti delle concessioni per l’estrazione di petrolio e gas, rimane una colossale ingiustizia, in contrasto con le regole del diritto UE sulla libera concorrenza”. Legambiente aggiunge che “non sarà certamente il mancato raggiungimento del quorum a fermare un cambiamento del modello energetico che sta già mettendo le fonti fossili ai margini, perché esiste un altro scenario più conveniente, pulito, democratico. L’associazione ambientalista annuncia che nei prossimi giorni presenterà una denuncia alla Commissione europea contro la norma che concede concessioni illimitate per le estrazioni di petrolio e gas affinché si intervenga da subito sulle numerose criticità emerse rispetto alle attività estrattive in mare.

Share This