centralino 0971 469 466 | diretta 0971 449 055 • SMS 339 31 31 100 scrivi@radiotour.fm

In un incontro tra rappresentanti dell’Eni e i sindacati Femca, Filctem e Uiltec, avvenuto nella sede di Confindustria di Potenza è emerso che sarà “rallentata” per almeno un mese l’avvio della cassa integrazione per i circa 300 operai e tecnici del Centro Oli di Viggiano, fermo dal 31 marzo scorso dopo il sequestro di due vasche e del pozzo di reiniezione Costa Molina 2, conseguenza dell’inchiesta sul petrolio in Basilicata. Il rinvio dell’inizio della cassa integrazione non tranquillizzerà i lavoratori che nei giorni scorsi hanno presidiato l’ingresso del Cova con un sit-in.

Share This