centralino 0971 469 466 | diretta 0971 449 055 • SMS 339 31 31 100 scrivi@radiotour.fm

Interrogatori questa mattina in tribunale a Potenza davanti al gip Tiziana Petrocelli, per i 5 funzionari del cento olio Eni di Viggiano posti agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta sul presunto traffico illecito di rifiuti che coinvolge 37 indagati. Secondo gli inquirenti i dipendenti della compagnia erano consapevoli della natura pericolosa degli scarti della lavorazione del petrolio identificati con codici contraffatti per essere smaltiti con costi notevolmente inferiori. A comparire per prima davanti al gip del tribunale di Potenza è stata Roberta Angelini responsabile sicurezza, ambiente e salute del Cova. Previsto in giornata anche l’interrogatorio di Salvatore Lambiase, ex dirigente del Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata ora in pensione, colpito dalla misura cautelare di divieto di dimora a Potenza e accusato di abuso di ufficio.

Share This