centralino 0971 469 466 | diretta 0971 449 055 • SMS 339 31 31 100 scrivi@radiotour.fm

Pozzi a Calvello, il Tar ha accolto 5 dei 6 punti sollevati dall’Eni per contestare i paletti della Soprintendenza sugli impianti “Caldarosa”. «Lavoro e impresa vanno tutelati come salute e ambiente» dice il tribunale amministrativo regionale riguardo una vicenda che si trascinava dal 2012, anno in cui è stata rilasciata la la concessione di coltivazione idrocarburi, e prevedeva la realizzazione di due nuovi pozzi (Caldarosa 2 e Caldarosa 3) e delle condotte di collegamento nel territorio di Calvello. Dopo una lunga partita legata dapprima alla Valutazione di impatto ambientale e poi triangolata tra la società petrolifera, la Soprintendenza e la Regione, arriva l’ok ai pozzi dai giudici amministrativi.

Share This