Seleziona una pagina

La chiesa della Trinità di Potenza potrebbe non riaprire. Non si tratta in questo caso della opposizione della madre di Elisa Claps, che si è sempre detta contraria alla riapertura dopo il ritrovamento del cadavere della figlia. A mettere a rischio il futuro della chiesa della Santissima Trinità sono questioni tecniche relative alla vulnerabilità sismica dell’edificio ecclesiastico. A quanto sembra, indagini fatte nella chiesa, hanno rilevato l’assenza di strutture murarie nel sottosuolo, il che significa che queste sono appoggiate a terra e non ancorate al suolo. Allo stato attuale non ci sono segnali di cedimento ma una struttura non salda al suolo ha una vulnerabilità rilevante in particolare in una zona sismica come Potenza.