Seleziona una pagina

Migliorano le condizioni delle tre persone, padre, madre e figlio, originarie di Scanzano Ionico, ricoverate all’ospedale di Policoro per un presunto caso di avvelenamento avvenuto martedì scorso. I campioni del cibo avvelenato sono stati inviati in un laboratorio di fuori regione, per gli esami tossicologici, da cui sarà possibile capire cosa abbia alterato gli alimenti. La Procura di Matera ha ascoltato il capofamiglia, il quale avrebbe accusato la figlia di aver contaminato il cibo. Gli inquirenti hanno messo al vaglio anche questa ipotesi. Intanto la donna, una trentenne con disagi psichici, non risulta indagata ma rimane ricoverata nell’ospedale di Policoro in assistenza sanitaria obbligatoria.