Seleziona una pagina

A Matera, i commercianti, soprattutto quelli del centro storico, sono preoccupati a causa dell’ipotesi di un aumento della tassa per l’occupazione del suolo pubblico. Per ora si tratta solamente di una possibilità, che però, se venisse confermata, comporterebbe il cambiamento delle categorie che definiscono gli importi da pagare. La città è suddivisa in quattro categorie: dalla prima, per la periferia, dove si paga circa 5 euro per metro quadro al giorno, alla quarta, il centro storico, con quasi due euro. L’Assessore al Bilancio di Matera, Quintano, ha affermato che per ora non c’è niente di definitivo, sottolineando, però, come la regolamentazione delle categorie degli spazi pubblici risale a 16 anni fa, un periodo in cui l’amministrazione decise di spingere lo sviluppo del centro storico con tariffe basse.