Seleziona una pagina

Legambiente Basilicata, in riferimento al Rapporto nazionale pesticidi nelle acque, a cura dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, chiede al governo regionale “di adottare al più presto misure specifiche per la riduzione di pesticidi pericolosi per l’ambiente acquatico, nonché di attivare gli osservatori fitosanitari regionali affinché diano assistenza e informazione alle aziende agricole”. Per l’associazione ambientalista “è fondamentale rafforzare i controlli, dotando l’Arpab di sistemi di analisi efficienti a garanzia di una rete di monitoraggio sempre più strutturata, senza dimenticare il ruolo centrale delle Regioni nell’applicazione del Piano d’azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari”.