centralino 0971 469 466 | diretta 0971 449 055 • SMS 339 31 31 100 scrivi@radiotour.fm

Il Tribunale del Riesame di Potenza ha reso noto le motivazioni che hanno portato alla respinta della richiesta di revoca della misura cautelare per Rosaria Vicino, ex sindaco di Corleto Perticara, ai domiciliari dallo scorso 31 marzo nell’ambito del filone di indagine sul Centro Oli Total in costruzione a Tempa Rossa. Il Riesame parla di “un ben articolato sistema di malaffare” intorno alla Vicino, in cui “confluivano e si intrecciavano” interessi economici ed elettorali. Il Tribunale parla anche di “protocollo Vicino”, riferendosi a come l’ex sindaco, “principale punto di riferimento politico” del Sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo”, riusciva con “spregiudicatezza” a “coartare la volontà di importanti imprenditori” per ottenere assunzioni, per scopi elettorali o “semplicemente per ragioni di amicizia”.

Share This