Seleziona una pagina

Per i pm Gemelli e soci avrebbero sfruttato la conoscenza del vice-presidente di Confindustria Ivan Lo bello e quella del Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, per confermare Alberto Cozzo, vicino alla così detta “cricca”, alla guida dell’autorità portuale di Augusta. La proroga di Cozzo sarebbe servita alla “cricca” per mettere le mani sul pontile dove stoccare il greggio lucano. Delrio però, in una nota, smentisce la circostanza: “Nessuna frequentazione con Gemelli. La proroga fu decisa in autonomia” afferma il ministro.