Seleziona una pagina

Chiuse le indagini preliminari sui filoni incentrati sul Cova di Viggano e su Tempa Rossa a Corleto Perticara, riprenderanno il 19 maggio gli interrogatori sul filone siciliano dell’indagine della Procura di Potenza, quello relativo agli interessi sul porto di Augusta. In quella data, dovrebbe essere ascoltato dai pm lucani, Vito Cozzoli, capo di gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico, ex braccio destro del dimissionario ministro Guidi, citato in alcune intercettazioni del così detto “quartierino” romano. Intanto, sul fronte dell’indagine al Centro Oli di Viggiano, i legali dell’Eni stanno lavorando per preparare il ricorso in Cassazione contro la decisione del Riesame che ha confermato il sequestro di una parte dell’impianto.