centralino 0971 469 466 | diretta 0971 449 055 • SMS 339 31 31 100 scrivi@radiotour.fm

Inchiesta petrolio. Gli atti processuali della Procura di Potenza svelano, tra sms e telefonate, gli altri lavori sui quali il «comitato d’affari» di cui fa parte Gianluca Gemelli, il compagno dell’ex ministro Federica Guidi, aveva messo le mani. Pressioni su altri ministri per ottenere nomine e appalti. Riunioni segrete per favorire Finmeccanica ed Eni nella spartizione della torta da oltre cinque miliardi di euro stanziati per la legge navale. Il gruppo riusciva ad orientare le scelte di governo e Parlamento come la designazione dell’autorità portuale di Augusta effettuata dal titolare delle Infrastrutture Graziano Delrio e altri provvedimenti con promesse del ministro Boschi.

Intano, il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri chiede di fare chiarezza dopo le intercettazioni tra il consulente del Mise Walter pastena e Gemelli. In una chiamata si fa riferimento ad un militare in possesso di foto del ministro Del Rio in compagnia di alcuni mafiosi. Un dossier ricattatorio finito nelle mani di Pastena. Del Rio ha presentato un esposto alla Procura potentina perché venga fatta chiarezza.

Share This