Seleziona una pagina

Inchiesta petrolio. A Potenza la prima udienza preliminare in cui sono indagate 59 persone e dieci società tra cui l’Eni. Due i filoni di inchiesta: quello sul traffico e smaltimento illecito di rifiuti pericolosi del Centro Oli Eni a Viggiano e quello sul sistema di corruzione legato alla costruzione del Centro Oli Total a Tempa Rossa. L’udienza è durata circa un’ora ed è stata poi rinviata al prossimo 24 novembre. Il gup, Rosa Larocca, ha deciso il rinvio, per alcuni difetti di notifica, dichiarandosi poi incompatibile con l’udienza preliminare per aver svolto funzioni di gip durante le indagini preliminari. All’esterno del Palazzo di Giustizia potentino, i rappresentanti di alcune associazioni hanno organizzato un presidio per chiedere la difesa del territorio lucano e il rispetto delle leggi sull’ambiente.