Seleziona una pagina

Secondo i dati raccolti dall’Osservatorio Regionale degli Habitat Naturali, in Basilicata ci sarebbe un surplus di cinghiali, il che potrebbe essere molto dannoso per le produzioni agricole e in generale per l’equilibrio del sistema generale degli habitat naturali. Le stime parlano di 123 mila esemplari, ben 100 mila in più di quelli che, come spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Aldo Berlinguer, il territorio lucano può sopportare. Nel 2015 i capi abbattuti sono solamente 6 mila, per questo serve, afferma l’assessore, l’attuazione contemporanea di interventi di controllo della specie, sia all’interno delle aree naturali protette che in territorio cacciabile, sia durante la stagione venatoria che durante i restanti periodi dell’anno.