centralino 0971 469 466 | diretta 0971 449 055 • SMS 339 31 31 100 scrivi@radiotour.fm

Nel corso di una audizione a Roma alla Commissione interparlamentare sulle eco-mafie i Carabinieri del Noe di Potenza hanno riferito che l’Eni ha risparmiato dai 40 ai 100 milioni di euro, dal settembre 2013 al settembre 2014, smaltendo in modo irregolare i rifiuti liquidi provenienti dalle lavorazioni del Centro Oli di Viggiano.

Intanto, in una conferenza stampa a Potenza, gli esperti consultati dall’Eni per giudicare le proprie attività, hanno dichiarato che la multinazionale ha sempre agito “nel pieno rispetto della legge”. Lo confermano “tutte le operazioni” effettuate in materia di “qualità dell’ambiente, corrette procedure di reiniezione e stato di salute dei dipendenti”.

Share This