centralino 0971 469 466 | diretta 0971 449 055 • SMS 339 31 31 100 scrivi@radiotour.fm

Il sottosegretario alla Salute Vito De Filippo, indagato nel filone dell’inchiesta Tempa Rossa, si è recato personalmente in Procura a Potenza per fare chiarezza sulla vicenda che lo vede coinvolto. Al momento De Filippo sostiene di non aver ricevuto da parte dalla Procura alcuna comunicazione ufficiale e ha dichiarato di essere “sbalordito e perplesso”, e di ritenere “completamente infondate” le notizie che lo riguardano. Per l’ex governatore lucano, l’accusa è di induzione indebita. De Filippo avrebbe ottenuto il sostegno elettorale alla sua candita alle amministrative del 2014, Mariachiara Montemurro, sua attuale segretaria, anche lei indagata, in cambio del suo aiuto a favorire l’assunzione all’Eni del figlio dell’ex sindaco di Corleto Perticara, Rosaria Vicino, agli arresti domiciliari dal 31 marzo scorso.

Share This