Seleziona una pagina

Un ventenne della provincia di Potenza è stato condannato a tre anni e due mesi di reclusione dalla Corte di Appello del capoluogo lucano che ha confermato la sentenza di primo grado. L’uomo è accusato di violenza sessuale e minacce nei confronti della sorella e della cugina, entrambe minorenni. Il giovane fu arrestato dai Carabinieri alla fine del 2014. All’epoca dei fatti le famiglie degli interessati erano all’oscuro dei ciò che stava accadendo. In primo grado il giovane è stato giudicato con rito abbreviato.