Seleziona una pagina

E’ stata condannata a 5 anni di reclusione dalla Corte di Assise di Potenza, la donna accusata di aver accoltellato a morte un uomo quattro anni fa a Lauria. Il verdetto parla di eccesso di legittima difesa e non di omicidio. I fatti: la sera del 31 marzo del 2012 l’auto guidata dall’uomo sfondò la vetrina della macelleria di proprietà della donna. Tra la titolare e il guidatore scoppiò un diverbio e quest’ultimo poi fu ritrovato morto accoltellato. I difensori della donna hanno annunciato ricorso in appello: per loro si tratterebbe di suicidio poiché l’uomo aveva problemi psichici e soffriva di delirio persecutorio.