centralino 0971 469 466 | diretta 0971 449 055 • SMS 339 31 31 100 scrivi@radiotour.fm

Durerà fino al giorno in cui ci sarà l’incontro con l’Eni, ancora non definito, il presidio davanti i cancelli del Centro Oli a Viggiano da parte dei dipendenti per cui si prospetta la cassa integrazione. Sit-in con un gazebo anche di una cinquantina di lavoratori dell’indotto i cui contratti sono in scadenza fine aprile. Il tutto nasce dal fermo totale dell’impianto conseguenza dell’inchiesta giudiziaria per cui si attendono le decisioni della Cassazione in merito al dissequestro di alcune strutture. L’Eni ha preannunciato la cassa integrazione a 274 lavoratori, altri 80 erano in distacco da Gela dove torneranno. La diminuzione del personale potrebbe consentire, secondo i lavoratori, di continuare a fare manutenzione al centro olio evitando il fermo totale.

Share This