centralino 0971 469 466 | diretta 0971 449 055 • SMS 339 31 31 100 scrivi@radiotour.fm

Presidio, questa mattina, davanti al Centro Oli di Viggiano dell’Eni organizzato da Cgil, Cisl e Uil di Basilicata, programmato con l’auspicio che “si faccia rapidamente chiarezza affinché non vi siano ulteriori riverberi sulla già difficile situazione occupazionale”. L’attività del Cova  è bloccata dal 31 marzo scorso per il sequestro di alcuni impianti decisi nell’ambito dell’inchiesta sul petrolio in Basilicata. I segretari generali della Basilicata di Cgil, Cisl e Uil, Angelo Summa, Nino Falotico e Carmine Vaccaro, hanno ribadito la loro “massima fiducia nel lavoro della magistratura” testimoniando la loro “vicinanza ai lavoratori dell’Eni e dell’indotto che in queste settimane convivono con la prospettiva della cassa integrazione”.

Share This