Seleziona una pagina

Gli agenti della Polizia Penitenziaria del carcere di Melfi, durante delle operazioni di controllo, hanno scoperto in una cella un telefono cellulare “perfettamente funzionante”. A darne notizia il segretario generale dell’Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria, Leo Beneduci, il quale ha sottolineato come il lavoro della Polizia Penitenziaria, a causa della gravissima carenza di personale a Melfi e negli istituti lucani, abbia raggiunto “una situazione davvero preoccupante per la sicurezza della collettività”.