Seleziona una pagina

Un potentino è stato condannato per abusi sessuali a sette anni e quattro mesi di reclusione e interdizione da luoghi frequentati da minori. E’ ritenuto responsabile di violenze sulla figlia della compagna e di maltrattamenti sulla bambina ed altri due fratelli. Per quest’ultimo reato la madre è stata rinviata a giudizio. Le indagini sono iniziate nel 2014 quando la bambina riferì al padre di essere oggetto di abusi da parte del nuovo compagno della madre. L’uomo denunciò i fatti e la Procura di Potenza dispose delle intercettazioni e ulteriori verifiche.